Goltzius and the Pelican Company di Peter Greenaway

Goltzius and the Pelican Company di Peter Greenaway

L’olandese, Hendrik Goltzius, uno dei primi incisori di stampe erotiche del tardo Cinquecento, è alla ricerca di un finanziatore per riuscire a finalizzare il suo progetto: un libro d’illustrazioni di alcune tra le più controverse storie del Vecchio Testamento.
Il margravio di Alsazia è disposto a donare la cifra richiesta, ma solo se Goltzius e la sua compagnia, The Pelican Company, lo convinceranno mettendo in scena dal vivo gli episodi biblici legati ai vizi capitali. La rappresentazione, quanto mai realistica, dei racconti legati ai tabù dell’incesto, dell’adulterio, della pedofilia, della prostituzione e necrofilia, innescherà dinamiche inattese nella corte alsaziana e all’interno della stessa compagnia. Goltzius and the Pelican Company è un’opera letteralmente colossale, negli intenti e nella realizzazione, ibrida nel linguaggio, che mescola sapientemente racconto, nuove tecnologie, cinema e teatro.

Nell’era della multimedialità e del capovolgimento delle modalità di fruizione, Lo Scrittoio e Maremosso portano a teatro l’ultimo film di Peter Greenaway, Gotlzius and the Pelican Company, presentato alla 7° edizione del Festival Internazionale del Film di Roma nella sezione Cinema XXI.

Il trailer